Articoli

Onorificenza per non dimenticare

083

In occasione della Giornata della Memoria del 27 gennaio il Prefetto di Taranto, dott. Umberto Guidato, ha conferito, le onorificenze a chi è stato vittima dei crimini nazisti. Tra questi, un cittadino mottolese, il Sig. Francesco Campanelli che ha ricevuto il premio alla presenza del Sindaco di Mottola, dott. Luigi Pinto.


Campanelli,  terzo di cinque figli nasce a Mottola (Ta) il 15 Maggio 1924. Il 19 agosto del 1943, all’età di  diciannove anni, viene  chiamato alle armi presso la  caserma Nazario Sauro di Pola  (allora provincia italiana, oggi Pula in Croazia), territorio dichiarato in stato di guerra, assumendo regolare servizio nel   74° Reggimento Fanteria. Il 15 Settembre dello stesso anno viene catturato e tenuto   prigioniero   dai tedeschi  e successivamente deportato nel campo di concentramento di   Brema   in Germania. Dopo un anno passato nel campo di  Brema viene trasferito  presso il campo di lavoro di Amburgo  svolgendo le mansioni di meccanico.

Il 22 Aprile 1945, con la liberazione da parte degli alleati, lascia il campo di lavoro di Amburgo,  e resta in Germania fino al rimpatrio del  12 Settembre dello stesso anno.

Il  5 Ottobre 1963 viene insignito di Croce al Merito di guerra e vengono riconosciute le campagne di guerra del 1943/44/45  con l’autorizzazione  a  fregiarsi di 3 stellette d’argento.